Chi guadagna dal petrolio low cost?

19 Febbraio 2016

Se il perdurare del crollo del prezzo del petrolio ha degli evidenti effetti destabilizzanti sui paesi produttori con conseguenze anche sulla loro stabilità interna, per converso c’è qualcuno altro, lontano dalla ribalta, a cui il barile low cost porta beneficio. Stiamo delle fasce più povere del pianeta e della loro sicurezza alimentare. E’ noto che il corso del petrolio incide in maniera rilevante sul prezzo delle altre commodity, cibo incluso. Si ripercuote sul prezzo del carburante necessario  ai trattori e altri macchinari agricoli. Serve per la fabbricazione di fertilizzanti. Pesa sul costo di trasporto del raccolto il quale nella determinazione del prezzo degli alimenti è una delle variabili più rilevanti per quanto inelastica. Infatti, l’abbassamento del costo del trasporto si fa sentire sul prezzo finale nonostante lo faccia con uno scarto temporale notevole. I primi a trarne vantaggio sono i trader internazionali, poi i grossisti che ritoccano i prezzi ma solo dopo essersi liberati dell’intero stock in giacenza. In genere trascorrono diversi mesi, se non anni, prima che la riduzione del costo del trasporto si riscontri sui prezzi delle bancarelle dei mercati locali.

Uno studio della Banca  Mondiale stima che se il prezzo del petrolio si dimezza, ciò comporta generalmente una riduzione del 10% del prezzo del frumento. Considerando che le fasce più povere spendono metà dei loro reddito per mangiare, un calo di 10% dei prezzi alimentari sarebbe equivalente a un aumento di 5% del reddito. Sebbene nella realtà le proporzioni non siano poi così lineari, il quadro fornisce comunque un’ordine di grandezza degli effetti della discesa del costo del petrolio.

Prezzo barile e cereali

Taggato con: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

8 Marzo 2014

Chi siamo e cosa vogliamo

Sviluppo economico e sociale imbavagliato. Veti incrociati e decisioni amministrative nel limbo. Politicizzazione del fenomeno Nimby. Degenerazione della fisiologica contestazione. Per reagire a questo stato di cose,  con un gruppo di volenterosi abbiamo dato vita ad un movimento culturale, mettendo al centro